«Non conformatevi»: Pier Paolo Pasolini e quel postmoderno vuoto di potere

«La società postmoderna e il correlativo potere non hanno più un fuori. La ricerca letteraria e politica di Pasolini è racchiusa in questa domanda: come capire un potere fluido, decentrato, e quindi di nuovo tipo, che non lascia un fuori? Come trovare un’alternativa individuale, affettiva, sentimentale, ma anche alternativa sociale a questo potere? Da quest’ottica, il suo ultimo romanzo incompiuto, Petrolio, diventa un’opera centrale dell’opera di Pasolini. Centrale ma centrata su un centro vuoto»

Image for post
Image for post

Il sogno e la cosa

Image for post
Image for post

ll centro vuoto del potere

La carne o il termometro del divenire

Povertà come potenza

Image for post
Image for post

Non sanno vedere

la trasformazione

degli operai, perché

non hanno alcun interesse per gli operai.

Non si accorgono

delle facce dei ragazzi

perché non hanno alcun interesse

per i ragazzi (non hanno neanche

occasione di vederli).

Spesso mi sento stringere

il cuore di fronte alla santità

della gente: in fondo

accontentarsi di mille lire di più

in saccoccia, è una forma

di santità. Ma mi sento

anche stringere il cuore

di fronte alla paura

degli intellettuali comunisti

a essere anche un poco,

o solo idealmente, disobbedienti.

Guardano con uno spavento

misto di ammirazione o odio

chi osi dire qualcosa di opposto

all’opposizione istituita.

Mi chiedo che cosa temono.

Si tratta dell’antica paura

di essere lasciati indietro dal branco?

Si tratta di umiltà?

Written by

Propaganda ends when dialogue begins: research on #ethics #welfare #communication at @unipv, @tikkun_com @VITAnonprofit & @IstitutoHavel

Get the Medium app

A button that says 'Download on the App Store', and if clicked it will lead you to the iOS App store
A button that says 'Get it on, Google Play', and if clicked it will lead you to the Google Play store